20 Maggio 2019

[]

Sant’Eustachio ed il borgo di Tocco Casauria

Racconti e personaggi della Majella
scritto da Nunzio Mezzanotte il 13-11-2018 13:57
Narra la leggenda che nei tempi antichi, nei pressi del piccolo borgo di Tocco Casauria, fu combattuta una battaglia sul Colle Morto. Centinaia di soldati morirono combattendo. Tra le milizie combattevano anche toccolani che, impossibilitati oramai a resistere al nemico, cercarono tatticamente di indietreggiare ma, circondati da nuove forze nemiche, lanciate rabbiosamente contro di loro, e considerandosi perduti dinanzi a morte sicura, invocarono a gran voce Dio. Appena la disperata invocazione ebbe termine si videro circondati da una nebbia tanto fitta da non vedere più il nemico. Apparve loro un ufficiale romano che con voce rassicurante disse: «Venite con me, io vi guiderò, io sono Eustachio ufficiale romano morto per la fede in Cristo».
Detto questo i soldati si trovarono, improvvisamente, fuori dalla mischia e increduli per la grazia ricevuta acclamarono quel generale santo protettore della Città di Tocco da Casauria. La chiesa a lui dedicata rimane oggi uno dei monumenti più significativi che il visitatore non può far a meno di visitare.

I tempi delle battaglie sono, per fortuna, molto lontani. Tocco Casauria oggi è un borgo pacifico, circondato da oliveti ai piedi del monte Rotondo.
La posizione strategica ove l’abitato è ubicato sulle vicine gole di Popoli, l’antica strada romana della tiburtina Claudio - Valeria e l’antico tratturo ne determinarono la storia, fatta dal susseguirsi di diverse dominazioni di potenti famiglie.

Federico II re ed imperatore, non potè rimanere indifferente alla posizione del borgo tanto da far riedificare ed ingrandire tra il 1220 ed 1250 il castello che oggi, pur avendo avuto diversi rimaneggiamenti, come sentinella controlla la sottostante val Pescara e gli stretti e suggestivi vicoli del paese.

La presenza di terreni fertili e propizi ha fatto dei toccolani i custodi del gusto e dei sapori forti e secolari dall’olio toccolano al vino fino ad arrivare all’amaro tipico, caratterizzante la terra casauriense: la Centerba.


Domenica 3 febbraio Tocco Casauria sarà una delle tappe del tour in programma nella terra casauriense.

Per partecipare puoi prenotare già da ora il tuo posto sul famoso minibus verde del Parco Nazionale della Majella.

Se hai bisogno di altre informazioni su Tocco o vuoi visitare in altre date e in autonomia questo bel borgo della Val Pescara, continua a seguirci oppure rivolgiti all'Ufficio Informazioni del Parco sito nel centro storico del paese, dove potrai reperire materiale informativo, mappe e guide (per conoscere il calendario delle aperture scrivi a info@majambiente.it).



 (testo completo) obbligatorio



[Realizzazione siti web www.sitoper.it]
Il prodotto è stato inserito nel carrello

continua lo shopping
vai alla cassa
close
Richiedi il prodotto
Inserisci il tuo indirizzo email per essere avvisato quando il prodotto tornerà disponibile.



Richiesta disponibilità inviata
Richiesta disponibilità non inviata