29 Settembre 2020

Sentiero delle Scalelle

La Valle dell´Orfento
COVID-19
Non ci sono ingressi contingentati per visitare la Valle ma bisogna seguire i sentieri (Scalelle e Ponte del Vallone) in senso unico antiorario obbligatorio in relazione all'Ordinanza n°17 del 5 giugno 2020 del Comune di Caramanico Terme. Puoi richiedere tutte le informazioni allo 085922343 o a info@majambiente.it.


Quello delle Scalelle, nella bassa Valle dell'Orfento, è un percorso molto frequentato che si snoda lungo un suggestivo tratto di fiume con una rigogliosa vegetazione ripariale.

Qui lo sguardo si perde tra le bellissime scenografie disegnate dal corso d'acqua che ad ogni svolta regala una nuova prospettiva sulla Valle dell'Orfento, una riserva naturale che vanta un ricco patrimonio di biodiversità tanto da essere indicata dalla rivista "Nature", la più importante tra le pubblicazioni scientifiche della comunità internazionale, come un luogo straordinario per la varietà di specie animali e vegetali presenti.

Il percorso, attrezzato con una serie di ponticelli e staccionate, consente di esplorare la profonda gola incisa dal fiume nel corso di milioni di anni grazie alla forte corrente. Una visita in questo verde Eden è d'obbligo e noi vogliamo darti qualche dritta!


Come visitare la Valle dell'Orfento
Prima di partire per l'escursione, ricorda che per accedere alla Valle è necessario ritirare una registrazione gratuita di accesso presso il Centro Visitatori della Valle dell'Orfento di Caramanico Terme. Puoi richiedere tutte le informazioni allo 085922343 o a info@majambiente.it.


Percorso
Dal Centro Visitatori "Paolo Barrasso" di Caramanico Terme, potrai accedere direttamente al sentiero attraverso un cancello che dà proprio sulla Valle. Qui, seguendo i cartelli della sentieristica ufficiale del Parco, segui le indicazioni per il sentiero B6 e poi S fino al Ponte di Caramanico.

Comincerai a costeggiare prima la recinzione del Centro Visitatori e poi quella dell'Area faunistica della Lontra, dove vengono allevati e studiati alcuni esemplari di Lontra eurasiatica, tra i mammiferi a più alto rischio di estinzione nel nostro Paese.

In breve, giungerai su una bella balza panoramica a ridosso della profonda gola incisa dalle acque del fiume Orfento.
Da qui, una serie di stretti gradini intagliati nella roccia, ti condurranno fino ad un incrocio in prossimità del fiume Orfento. Sulla destra il sentiero conduce all'antico Ponte di S. Cataldo ed ai sentieri che risalgono la parte alta della valle. Tu svolta invece a sinistra, sul Sentiero S che indica la direzione "Ponte di Caramanico", nel fitto del bosco e costeggia sempre più da vicino il fiume. A questo punto noterai che la valle si stringe sempre di più a formare una profonda gola.

L'ambiente qui è molto suggestivo: un'imponente parete strapiombante "incombe" su tutta la zona, il fogliame degli alberi filtra la luce solare che conferisce all'acqua del fiume un caratteristico colore verde, mentre nei mesi di aprile e maggio le piccole radure sono invase da meravigliose fioriture di anemoni, primule e ciclamini.
Il percorso è reso ancora più suggestivo da una serie di ponti in legno, necessari per attraversare in più punti il fiume che scorre fragoroso sotto i tuoi piedi.
Prosegui attraversando i ponti, con un continuo saliscendi che ti porterà nei pressi si una cascata, realizzata artificialmente per incanalare l'acqua del fiume ed utilizzarla per muovere le macine di un antico mulino.
Particolarmente abbondanti, grazie alla costante umidità, sono le felci: la lingua cervina, il polipodio e la capelvenere.

La gola del fiume si fa sempre più stretta e mediante altri ponticelli si arriva in breve alla fine del sentiro che con ripidi scalini risale dal fiume al Ponte di Caramanico sulla S. S. 487.

Potrai tornare al punto di partenza dalla strada oppure, *se vuoi evitare di camminare sull'asfalto, puoi evitare di salire sul ponte e tornare indietro percorrendo il sentiero a ritroso (*con l'ordinanza del Comune di Caramanico Terme per il COVID-19 non è possibile tornare indietro sullo stesso sentiero).


Consiglio:
Se siete in gruppo e avete due o più auto, può essere utile lasciare, prima della partenza, delle macchine in prossimità del parcheggio vicino al Ponte di Caramanico e proseguire con le altre fino al punto di partenza dell'itinerario. In questo modo, giunti alla fine del sentiero, potrete recuperare i mezzi lasciati al Centro Visitatori con quelli lasciati vicino al ponte, evitando così di camminare sulla strada.


Scheda tecnica dell'itinerario
  • LOCALITA' DI PARTENZA: C.da S. Croce di Caramanico Terme
  • TIPO ITINERARIO: Anello
  • DIFFICOLTA': E- ESCURSIONISTI | FACILE
  • DISLIVELLO IN SALITA: 90 metri
  • DISLIVELLO IN DISCESA: 120 metri
  • TEMPO PERCORRENZA: 1 ora e 30 minuti
  • PERIODO CONSIGLIATO: Tutto l'anno esclusi i periodi di forte innevamento
  • SORGENTI E FONTANE: Nessuna
  • SEGNALETICA: In legno della Riserva. Segnavia bianco rossi del Parco

L'escursione nella Valle dell'Orfento è un must per tutti coloro che decidono di trascorrere una vacanza in Abruzzo, nel Parco Nazionale della Majella.

La visita può essere effettuata in autonomia o con l'assistenza di esperte guide locali che sapranno accompagnarti alla scoperta di questo magnifico luogo.

Per ricevere i calendari escursionistici con le visite a questo e agli altri imperdibili sentieri del Parco Nazionale della Majella iscriviti alla Nerwsletter Maja da qui.






Realizzazione siti web www.sitoper.it
Il prodotto è stato inserito nel carrello

continua lo shopping
vai alla cassa
close
Richiedi il prodotto
Inserisci il tuo indirizzo email per essere avvisato quando il prodotto tornerà disponibile.



Richiesta disponibilità inviata
Richiesta disponibilità non inviata
close
ACCEDI

NON SONO REGISTRATO

crea account
invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
 (testo completo) obbligatorio