Bramito del cervo al Monte Rapina

12-09-2020 - Eventi in programma

orario: 15.00
dove: Parco Nazionale della Majella

Escursione faunistica al tramonto e notturna dedicata all'osservazione dei cervi ed all'ascolto del bramito
Escursione lungo il sentiero B3 in direzione Monte Rapina, m. 2027 con arrivo sulla piana della Rapina durante il tramonto e possibile osservazione faunistica di branchi di cervo con cervi in amore nelle valli circostanti. Cena al sacco al Rifugio Paolo Barrasso m 1542. Discesa in notturna sotto il cielo stellato.

Perché non perderla: il re dei nostri boschi e radure, il cervo nobile, attraversa un momento chiave dell'anno in questo periodo: la stagione degli amori. Pertanto le valli della Majella, dal tramonto all'alba, riecheggiano del possente bramito dei cervi maschi, un modo per contendersi i territori dei branchi di femmine. Su questo versante della Montagna Madre, la vera culla di questi animali, gli incontri non sono affatto rari. Godremo del tramonto da una prospettiva unica, accompagnati dai bramiti e, se saremo fortunati, avvisteremo anche degli esemplari muoversi tra radure, mugheta e boschi di faggio.



Se vuoi unirti a noi...
Difficoltà: E Escursionisti (Impegnativa)
Tipologia: andata e ritorno
Caratteristiche del sentiero: dal Guado Sant'Antonio si lascia la strada asfaltata e si intraprende il sentiero B3, che sale senza sosta fino al rifugio Barrasso, su larghe praterie secondarie. Dopo una piccola pausa al rifugio, si affronta un traverso in salita e poi si segue la cresta del Prato della Corte, sul ciglio della Valle dell'Orfento, e si procede ancora in salita abbastanza ripida verso la Piana della Rapina, a oltre 1900 metri di quota. Da qui, se le condizioni lo permettono, si sale brevemente sul colle che domina questa piana, il Monte Rapina (2027 metri). Ci si sposta poi sul versante opposto, quello della Valle dell'Orta, e si scende gradualmente dapprima fra pini mughi e poi all'interno di un avvallamento, al termine del quale la discesa si fa ripida. Dopo la sosta al Barrasso, si scende nuovamente verso Guado Sant'Antonio in costante discesa.
Lunghezza: 10,4 km
Dislivello: salita m. 980 – discesa m. 980
Durata: 5 ore + soste e osservazione faunistica
Costo: € 15,00 a partecipante (minimo 5 / massimo 15 partecipanti)
La quota comprende: servizio guida





Non dimenticarti
Attrezzatura necessaria:

Accessori consigliati:



Note
Prima di prenotare leggi bene:
  1. Regolamento escursioni da calendario
  2. Regolamento disposizioni COVID-19

PRENOTA