12 Luglio 2020

Anello del Ponte della Pietra

La Valle dell´Orfento
Riserva Naturale Valle dell´Orfento seguendo l´itinerario "Santa Croce - Ponte del Vallone - Ponte San Benedetto - Ponte della Pietra - Rifugio la Cesa - Guado Sant´Antonio - Colle della Ciocca - Santa Croce".

DESCRIZIONE: Dalla frazione di Santa Croce di Caramanico Terme (PE) si imbocca un sentiero che attraversa diversi campi coltivati. In breve si arriva ad un piccolo spiazzo roccioso con una panoramica parziale sulla parte terminale della valle dell´Orfento e da dove si scorge, sulle pareti di fronte, un denso bosco di conifere di origine artificiale in cui predominano pini neri. Continuando a salire si arriva ad un ponticello dal quale si scorgono pozze d´acqua che ospitano una ricca fauna di invertebrati, oltre a diverse specie di rane. Dopo circa un centinaio di metri si attraversa una spaccatura artificiale nella roccia; da qui si inizia a scendere verso il fondovalle e giunti al fiume si ha la possilità di rinfrescarsi prima di rimettersi in cammino. Si prosegue quindi per il Ponte San Benedetto, si attraversa un piccolo tratto su roccia attrezzato con una fune d´acciaio (Piscia Giumenta) e si giunge quindi, immersi nella faggeta, al Ponte della Pietra (1000 metri). Si prosegue e si giunge all´ampia radura della Cesa (1092 m) il cui nome ne identifica l´origine: cesa, infatti, localmente vuol dire "tagliata".
Prima di giungervi il bosco sembra farsi più ampio perché nel tempo, dalle varie ceppaie, sono stati selezionati gli alberi migliori per favorire la conversione del bosco verso l´alto fusto: tali interventi colturali rientravano in un programma più ampio volto a ripristinare, almeno in parte, antichi equilibri sconvolti dall´uomo.
Con un po´ di fortuna e di attenzione è possibile l´incontro con due acrobatici predoni dell´aria: lo sparviere e l´astore; più frequenti e confidenti le varie specie di cince. Si raggiungendo l´ingresso della Riserva Naturale (Guado S. Antonio 1213 m), e si scende lungo la costa erbosa parallela al bordo della valle.
Farfalle variopinte (vanesse, licene, pieridi, ecc.) svolazzano tra i fiori di questi ampi pascoli. Se non c´è foschia, a nord-est spicca tutta la catena del Gran Sasso e ad ovest quella del Morrone e la valle dell´Orta.
Fringuelli, zigoli, culbianchi, cardellini sono le specie di uccelli più frequenti.
Si risale su Colle della Ciocca (1073 m), si passa sul bordo che precipita nella valle, da cui si gode un ampio panorama, e lo si segue sino alla parte terminale: qui giunti si prende un sentiero che scende tortuoso verso il fondovalle. Quasi subito si incontra la fresca sorgente di Fonte Viola (895 m) mentre, poco dopo, lasciandosi alle spalle la fitta faggeta, si attraversa un piccolo canalino roccioso dove in primavera l´acqua scorre copiosa.
Si prosegue su di una panoramica cornice e man mano che si procede, il paesaggio si fa più arido: la faggeta viene sostituita da macchie di alberi sparsi e da cespugli di ginestre, rovi e rosa canina. Evidente in vari tratti l´erosione aerea che continuamente modella la valle attraverso diversi agenti come l´acqua, il gelo, il vento ecc.. Dopo un lungo tratto ci si immette sul sentiero di strada Ripa e si può proseguire per S. Croce o scendere nella valle.

  • LOCALITA´ DI PARTENZA: C.da S. Croce di Caramanico Terme
  • TIPO ITINERARIO: Anello
  • DIFFICOLTA´: E- TRAVERSATA
  • DISLIVELLO IN SALITA: 800 metri
  • DISLIVELLO IN DISCESA: 750 metri
  • TEMPO PERCORRENZA: 8 ore
  • PERIODO CONSIGLIATO: Fine marzo - novembre
  • SORGENTI E FONTANE: Fonte Rava Cupa nei pressi del rifugio la Cesa e Fonte Viola durante la discesa dal Colle della Ciocca
  • SEGNALETICA: In legno della Riserva. Segnavia bianco rossi del Parco



Realizzazione siti web www.sitoper.it
Il prodotto è stato inserito nel carrello

continua lo shopping
vai alla cassa
close
Richiedi il prodotto
Inserisci il tuo indirizzo email per essere avvisato quando il prodotto tornerà disponibile.



Richiesta disponibilità inviata
Richiesta disponibilità non inviata
invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
 (testo completo) obbligatorio

close
ACCEDI

NON SONO REGISTRATO

crea account